IRAN: DONNA PERDONA L'ASSASSINO DI SUO FIGLIO POCHI SECONDI PRIMA DELL' ESECUZIONE

.
Atto di misericordia: i genitori della vittima hanno il cappio dal collo del condannato dopo risparmiando sua vita, tuttavia, secondo la legge iraniana, la famiglia non ha alcuna voce in carcere del killer

Da troppo tempo non postavo qualcosa sul blog.
Le cose della vita talvolta ti portano a guardare altrove e ti tolgono la voglia di condividere... nel bene come nel male... quando hai altro per la testa, in ogni caso finisci che ti isoli.

Volevo ripartire e credo che non posso farlo con un post migliore.... con una storia che parla di morte e di perdono.

Questa è la storia di un uomo che si è trovato, in Iran, con il cappio al collo., condannato a morte.
E si sa... se arrivi a quel momento c'è poco da fare, sai che da li a pochi secondi ti mancherà la terra sotto i piedi e il collo ti si spezzerà sotto il peso del proprio corpo.
Non voglio neanche immaginare cosa si prova in quel momento.
Pura disperazione.

Ma a Balal (che non è uno stinco di santo.. infatti è stato condannato a morte per aver ucciso un uomo) la vita ha riservato una sorpresa... il perdono.
E con esso ha avuto un dono ancora più prezioso... la vita stessa!
Infatti la mamma dell'uomo che Balal ha ucciso, dopo aver visto il dolore sul volto della mamma di lui prostrata a terra che attendeva l'esecuzione del figlio ha deciso di perdonarlo e di conseguenza di salvargli la vita.
Lei è salita sul patibolo e l'ha preso a schiaffi... così ha sfogato il suo dolore i mamma a cui è stato tolto un figlio.

Secondi di esecuzione: un assassino iraniano viene schiaffeggiato intorno al viso dalla madre della vittima mentre si prepara a essere impiccato ... ma in uno straordinario atto di clemenza che sceglie di lasciarlo camminare liberoThe Iranian man was due to have the chair that he was standing on kicked away from under him by the dead man's parents

La mamma di Balal (che nella foto sotto è davvero l'immagine plastica del dolore nella Pietà di Michelanglo!!!)  è andata ad abbracciare la mamma dell'uomo ucciso che aveva appena salvato la vita  a suo figlio...
Ed è senza dubbio questa la foto più bella di questa storia  che tocca il cuore.

La folla guardano come il dramma si svolge - L'Iran è stato uno dei principali fattori di esecuzioni in tutto il mondo lo scorso anno, secondo Amnesty InternationalUniti dal dolore e gioia: La madre del detenuto abbraccia la donna singhiozzante cui adolescente è stato pugnalato a morte dal figlio dopo la sua incredibile atto di perdono

Ne perdono c'è una luce che risplende... ed è la luce stessa della vita.

.

0 comments: