LA SUA AMATA GATTINA GLI MUORE TRA LE BRACCIA... SI SUICIDA.

.


Questa è una storia triste.
Triste come solo le storie che hanno a che fare con l'amore e la morte sanno essere tristi...

L' adorabile micetta nella foto si chiamava Sophie e ha vissuto per tredici anni con Michael McAleeseed che la trovò per strada e la prese con se evitandole un destino da randagia.
I due erano innamorati l'uno dell'altro e per lunghi anni Sophie è stato l'unico vero affetto di Michael... fino al giorno in cui è morta tra le sue braccia.

Michael McAleese gatto Sophie dorme in un video tributo che ha fatto a lei dopo la sua morte da un colpo apoplettico.  Alcuni giorni dopo il signor McAleese si è ucciso era così arrabbiato per la morte del suo animale domestico

Questa inquadratura del film mostra Sophie schiacciando un pisolino.  Mr McAleese è stata data il gatto dal suo padrone di casa dopo essere stato attaccato a lei

Per tre giorni Michael ha lasciato la sua gattina sul letto come se dormisse... ma il dolore cresceva.
I suoi amici raccontano che era letteralmente devastato dalla perdita della sua amata Sophie, sconfortato a tal punto che all'uomo che ha prelevato il corpo della gatta per la cremazione aveva confidato che voleva farla finita.
Evidentemente nessuno l'ha preso sul serio...

Michael per ricordare Sophie ha creato un video su youtube con le foto scattate nei tredici anni di amorevole convivenza e lo aveva messo in rete cinque giorni dopo la morte della gattina.
Foto... ricordi... una musica triste che si fa specchio di una tristezza dell'anima che non trova conforto...



Ma Michael aveva deciso... non voleva più vivere senza la sua "compagna" di vita... e così solo due settimane dopo aver detto addio alla sua adorata Sophie si è tolto la vita.


Per alcuni sarà facile dire che Michael era un disadattato e una persona con problemi... per altri, che sono passati dall'esperienza di aver perso un gatto o un cane che amavano profondamente, anche non giustificando, capiranno il dolore profondo e acuto che si prova in quel momento e comprenderanno il senso di vuoto che ti pervade.
...E se hai la fortuna di avere una vita serena, con tanti amici, si riesce a vivere quel momento come un lutto "normale" che va affrontato, capito e superato.
Ma se questa fortuna non ce l'hai, allora tutto diventa più difficile... difficile a tal punto da non riuscire ad andare oltre e arrendersi.

Quando ho perso Bimbo per me è stato solo buio.
...E persino ora, dopo più di due anni, mi rendo conto che c'è ancora un dolore sordo nella mia vita che rimane li assopito pronto a venir fuori appena il pensiero ritorna a quel batuffolo amoroso con gli occhi gialli.


9 comments:

  1. non si può giudicare,che riposino in pace.

    ReplyDelete
  2. No no, non voglio sembrare insensibile verso gli animali; questo post ha senso se alla parola "gatto" sostituisci la parola "persona cara". Spiacente ma, secondo me, gli animali non devono diventare più importanti degli esseri umani!

    ReplyDelete
    Replies
    1. io non avevo un gatto ma un cane e ti posso assicurare che perdere lui è stato di gran lunga più difficile dell'aver perso alcuni parenti.Se non lo capisci vuol dire che non hai mai avuto un animale che hai amato incondizionatamente e che ti ha ricambiato con tanto amore.
      Io non ti giudico ma per favore non giudicare se non ci sei passato.

      Delete
    2. MI SPIACE... ma anche io penso che se ci fossi passato capiresti.
      Per molta gente (a torto o oaragine)...che vivano in solitudine o no, un animale può essere importante quanto una persona.

      Delete
    3. Non ho detto che gli animali non sono importanti per una persona, volevo solo dire che bisogna stare attenti che non lo diventino più degli esseri umani. Il sentimento verso un altro essere umano è sempre più nobile di quello rivolto verso un animale. La settimana scorsa ho visto un piccolo cane morto per terra in seguito ad un investimento ed i vigili che facevano i rilievi del caso, il dolore del padrone e l'imbarazzo dell'investitore. Questa cosa mi ha impressionato molto. Come se quel cane fosse stato mio; ecco perchè ribadisco che non bisogna lasciarsi sopraffare da questi sentimenti verso gli animali.

      Delete
    4. dici:"Il sentimento verso un altro essere umano è sempre più nobile di quello rivolto verso un animale. "

      ecco io proprio questa cosa chredo che non sia così...Talvolta (TALVOLTA) lìamore per un animale può essere più grande.
      non dico che sia giusto... ma è così.

      Delete
  3. Io credo che il sentimento per un essere vivente non ha confini. Eri.

    ReplyDelete
    Replies
    1. men...
      Prendo questa frase e la incornicio.

      Delete
  4. gli esseri umani so no coloro che perpetrano immani sofferenze sugli animali. a team che parli do nobilta vatti a vedere qualche filmato sull orrore degli allevamenti intensivi. potresti dare una occhiata alla verabestia.org e poi spiegrci perche l amore verso l uomo, l essere piu crudele, insensibili, brutale del mondo, dovrebbe essere piu nobile. apri gli occhi, documentati, prima di dire banalita senza senso.

    ReplyDelete